Tu sei qui:  Casa  /   Sant’Angelo

Sant’Angelo

La festa del santo patrono di Licata e per gli abitanti di questa città un evento a cui bisogna partecipare, un evento infatti che riunisce tutta la popolazione nel grido :”Vivo Sant’Angeto”. Profondo e’ il legame che unisce i licatesi con il santo protettore, che viene condotto a spalla per le vie del centro, seguito da una folla di gente, che lo acclama a gran voce, un avvenimento questo che in un’epoca di crisi di valori, di dilagare di false ideologie, di sconvolgenti avvenimenti internazionali,non può che testimoniare quanto sia forte ed estremamente connaturato nell’uomo il bisogno di Dio, Dio come origine, Dio dove trovare conforto anche attraverso il santo. E Sant’Angelo e’ uno di noi, un uomo anzitutto, che ha operato il bene, un modello da seguire, un uomo che indica un cammino da percorrere, un uomo che e’ un caro parente, un caro amico per gli abitanti di Licata tant’e’ forte il legame che gli unisce al Santo. Ad un tale avvenimento dunque si doveva prendere parte e cosi anche noi ci siamo uniti alla massa di fedeli che hanno invaso le vie della città.

Presso la Giummarella le reliquie del Santo vengono condotte fin dentro il mare, per ricordare che il Patrono venne in Sicilia dopo essere sfuggito alle navi saracene che lo inseguivamo. Dopo sono iniziati i fuochi che ad essere sinceri hanno lasciato un po’ a I desiderare poiché dopo un soddisfacene inizio si sono susseguiti con un ritmo piuttosto fiacco.’Proseguiamo cercando una posizione privilegiata per riuscire a filmare la cosidetta : «Corsa a Sant’Angelo» un evento questo in cui sia le persone , che reggono sulle spalle l’urna del santo, ed i tanti ragazzi vestiti anche loro da marinai che accompagnano il patrono, iniziano a correre per ricordare la fuga del Santo dall’inseguimento dei saraceni. ‘Alla fine l’urna del santo viene condotta fino alla chiesa a Lui dedicata, chiesa che da troppo tempo e’ chiusa alla gente polche’ dichiarata inagibile. Il piazzale antistante la chiesa e’ gremito di gente che applaude il santo e che alla domanda :”E chi semmu surdi e muti?” risponde :” Viva Sant’Angelo”. Davvero spettacolari i fuochi di artificio che concludono l’evento Ecco alcune foto…